Alberto Pandolfo

Consigliere comunale di Genova – Vice Presidente della Com. Bilancio e Patrimonio del Comune

Interrogazione sulle azioni a beneficio della vivibilità delle aree colpite dall’alluvione per accompagnare le ingenti opere a salvaguardia del territorio

Lascia un commento

Considerate le ingenti opere in atto e in programma a salvaguardia del territorio, l’Amministrazione come sta accompagnando queste azioni straordinarie a beneficio della vivibilità delle aree colpite dalle ultime alluvioni, in particolare in Piazza Raggi e nella zona della Bassa Val Bisagno.

PandolfoConsiglioComunale

Un flusso di finanziamenti cosi consistente, per la messa in sicurezza del nostro territorio, come quello che si sta verificando nei fatti ancora in queste settimane, non ha indubbiamente precedenti.

Le ferite aperte nella nostra città sono state tanto laceranti, quanto oggi è visibile l’impegno a rendere tangibili trasformazioni che allontanino eventi drammatici, della portata delle alluvioni, che hanno colpito Genova.

L’ingente contributo del Governo, accompagnato da quello del Comune, per un ammontare di diverse centinaia di milioni di euro, ha avviato e avvierà l’apertura di una serie di cantieri in città.

Voglio ribadirlo ancora una volta, come ho già fatto in questa sede, ogni tipo di sacrificio non solo può, ma deve essere sopportato se a beneficio della salvaguardia del territorio. Sia esso sacrificio di mobilità, di traffico, di sosta, di polvere, acustico, o di qualsiasi natura, sempre nel rispetto delle norme ovviamente.

Questo però non significa che debba venire meno, durante questa fase di trasformazione e soprattutto in prospettiva, laqualità della vita anche sotto tutti i profili che tutelino la vivibilità.

Per questo chiedo all’Amministrazione comunale:

quali azioni intende mettere in atto, per cogliere le occasioni di trasformazione, come occasioni che non solo tutelino il territorio, ma lo possano arricchire in termini di miglioramento delle condizioni di mobilità, di sosta, di percezione, di vita;

cito a questo proposito l’esempio di Piazza Raggi, in una delle zone sempre colpite dalle alluvioni come quella di Borgo Incrociati, per chiedere qual è il modello, di sinergia col Municipio Bassa Val Bisagno, che ha reso possibile anche unariqualificazione di superficie come quella attuata;

chiedo altresì di dare avvio, o in alcuni casi di accelerare, anche nel resto della città, nel resto della Val Bisagno, allaFoce e nel Ponente cittadino, (le zone più colpite in questi anni, e più sofferenti) di opportunità per una rinascita.

Chiedo questo in particolare per allontanare il rischio che le zone colpite, paghino ulteriormente un deperimento e una relativa perdita di valore.

Lo chiedo anche affinché si scongiuri invece quanto annunciato col famigerato Piano Casa che la Regione Liguriasta approntando, ossia l’incentivo addirittura commisurato con un aumento della percentuale di ampliamento dal 35 al 50% per chi si trova in area a rischio esondazione e ricostruisce in aree sicure.

Quindi: qui si allaga, puoi andare un po’ più in là a costruire ancora e a costruire anche di più di quanto già sia costruito.

Questo non può avvenire.

Attenzione non significa condannare – lo dico un po’ brutalmente – la popolazione ad avere l’acqua alle ginocchia purché non abbandoni il luogo dove vive o dove lavora, ma anzi, porre tutte le condizioni affinché, ove possibile e con opere civili, l’acqua non possa arrivare nemmeno alle caviglie di chi intende continuare a popolare e quindi arricchire zone oggi ancora poco sicure.

Anche per questo chiedo l’impegno della Giunta ad accompagnare le operazioni di messa in sicurezza con interventi di vivibilità.

Autore: albertopandolfo

Ingegnere, Segretario provinciale del PD di Genova, Consigliere comunale di Genova, Vice Presidente della 3° Com. Bilancio del Comune.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...